CHI?

Il nome di questo sapone vuole omaggiare il mestiere più antico e conosciuto della nostra bella Maremma Toscana: il BUTTERO;guardiano da cavallo del bestiame.

PERCHE’?
La nostra azienda dona emozioni attraverso l’olfatto. Per questo motivo, abbiamo chiuso gli occhi per rievocare alla nostra memoria olfattiva ciò che richiama a questo affascinante personaggio.

CIO’ CHE ABBIAMO CAPITO E’ STATO ENTUSIASMANTE.

I simboli del BUTTERO MAREMMANO sono:

• La mitica scafarda (tipica sella Toscana per la monta da lavoro)

• Stivali,finimenti del cavallo

• I suoi arnesi del mestiere

Nel mondo delle fragranze,  il cuoio è un classico intramontabile, ma fra le milioni di sfumature possibili abbiamo scelto la combinazione più fresca possibile per regalarvi un’estate completamente diversa: una cavalcata senza tempo affianco di un nobile BUTTERO.

Come CONSISTENZA DEL SAPONE abbiamo scelto una variante un po’ più cremosa. Come i saponi tradizionali inglesi.

idratazione istantanea del sapone

– montaggio ancora più veloce e compatto

COSA?

La fragranza, risultato di questo procedimento di sperimentazione, è un meraviglioso abbraccio a tre fra virilità,eleganza e originalità. Obbiettivo: far sentire ogni uomo di oggi in pace con la tradizione. Per rendere completo il progetto abbiamo saponificato il nostro esclusivo estratto di pistilli di zafferano insieme a l’olio più adatto a un’esperienza bucolica:

QUELLO DI GERME DI GRANO.

Questo si caratterizza per la più alta percentuale di vitamine A,B,E. La caratteristica principale è quellalenitiva. Adatta quindi a pelli delicate e comunque a limitare gli effetti del passaggio di un elemento tagliente: che sia del rasoio tradizionale a mano libera, del diffuso rasoio di sicurezza o del moderno multilama. In sintesi: 100 % Maremma, Toscana, Italia.

DOVE?

Potete trovare questo sapone e il suo after shave sul nostro shop online e nei pochi ma scelti negozi, online e sul territorio internazionale, di cui ci siamo fidati.

QUANDO?

Avrete la possibilità di accettare questo viaggio antico dal mese di Maggio, quando i prati ricercano il sole.